sabato 10 febbraio 2018

#ChiamaleBazzecole #4


8 Maggio 2017«Via libera del governo alla nuova disciplina del sostegno pubblico all'editoria di quotidiani e periodici. (...) Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro per lo sport con delega all'editoria Luca Lotti, ha approvato un decreto legislativo che, in attuazione della legge 26 ottobre 2016, n. 198, prevede disposizioni per la ridefinizione della disciplina dei contributi diretti (fondi pubblici: soldi tuoi, miei, ndr) alle imprese editrici di quotidiani e periodici. (...) Vengono riconosciuti in percentuale più alta i costi connessi all'edizione digitale, al fine di sostenere la transizione dalla carta al web». [Askanews]



8 Febbraio 2018Apertura: «Dimagrire con il bombolone? Ovviamente no. Il secondo alimento per "Cibi per non dimagrire" è il Bombolone! Attenzione: astenersi persone a dieta (...)». L'articolo, una vera perla di divulgazione scientifica, si addentra quindi in dettagli tecnici d'alta gastronomia: «(...) parliamo di una soffice palla da baseball marroncina ripiena di crema pasticcera, diplomatica o al cioccolato nutelloso». L'interesse del lettore a questo punto è tale che vale la pena giocarsi il cuore della notizia: «Il bombolone è ipercalorico». Neanche il tempo di riprenderci dallo shock causato da questa straordinaria informazione, che veniamo rapiti da una sofisticata immagine selezionata con mirabile cura dalla redazione, adeguata allo spessore del pezzo e impreziosita da altrettanto fine didascalia esplicativa:


Chiusura: «(...) Perché sgranocchiarsi una mela se puoi divorare un soffice e cremoso bombolone che ti riempie la bocca da non riusfsciref pfiù a ppfarlaee?! Buona mangiata a tutti». [IL FOGLIO - Contributi diretti percepiti nell'anno 2014 = € 413.159; nell'anno 2015 = € 510.437; nell'anno 2016 = € 802.849; nell'anno 2017 ancora non si sa, i bomboloni hanno intasato il sistema].



Fiera dello strafalcione... 5 Febbraio 2018 - Titolo: «L'avvocato di Traini: I maceratesi mi fermano per dare solidarità. La politica ha fallito». Si scrive "solidarietà" e non "solidarità". 9 Febbraio 2018 - Titolo: «Inaugurati i giochi olimpici, storica sretta di mano tra le due Coree». Si scrive "stretta" e non "sretta". L'articolo poi ci informa che «(...) L'incontro è avvenuto a Yongpyeong, città vicina a PyeongChang, durante il ricevimento organizzazto per 200 ospiti». Si scrive "organizzato" e non "organizzazto". 9 Febbraio 2018 - Titolo: «Macereta, la manifestazione si farà. Ma gli antifascisti sono spaccati». Si scrive "Macerata" e non "Macereta". Nell'articolo poi troviamo: «(...) E ciò al fine di per fare abbassare la tensione (...)». "Al fine di per fare" è licenza poetica, immagino. E ancora la chiusura: «(...) Domani è infatti il Giorno del Ricordo, e dovrebbe servire ad unire, non già a dividere, gli italiani. Ma vallo a spiegare agli antifascisti in servizio permanente affettivo...». "Servizio permanente affettivo..."? Ma di che sta parlando? Mi fermo qui solo per brevità, ma vi assicuro che potrei continuare molto a lungo. [SECOLO D'ITALIA - Contributi diretti percepiti nell'anno 2014 = € 508.701; nell'anno 2015 = € 493.903; nell'anno 2016 = € 639.260; nell'anno 2017 ancora non si sa, i refusi hanno intasato il sistema].




Cerco "Libero Quotidiano" su Google, lo trovo in cima, clicco e... del giornale non c'è traccia: vengo reindirizzato al simpatico sito che vedete qui sopra. Il risultato di Google era giusto, così come l'indirizzo a cui puntava (http://www.liberoquotidiano.it), sicché trattasi di un messaggio pubblicitario lanciato direttamente dalla testata. Per leggere le notizie ho dovuto chiudere la pagina, ripartire daccapo, e dalla seconda volta in poi (merito di un cookie che nel frattempo si è installato nel pc senza autorizzazione) non è più accaduto. Ma anche sul fronte delle bufale non c'è male, come dimostra questa panzana stratosferica del 27 Gennaio 2017:


Oppure questa del 21 Novembre 2017, roboante quanto assolutamente falsa (prontamente smentita dai Carabinieri), tanto che poi è stata rimossa (ma solo dopo che è scoppiato il caso):


E più si sparano grosse, più si ricevono fondi pubblici... [LIBERO QUOTIDIANO - Contributi diretti percepiti nell'anno 2014 = € 3.661.850; nell'anno 2015 = € 4.173.575; nell'anno 2016 = € 3.764.314; nell'anno 2017 ancora non si sa, banner pubblicitari e bufale hanno intasato il sistema].



Carissimi - per quanto ci costate - legislatori, passati presenti e (ahinoi) futuri: vi è mai balenata l'idea che prima di ungere le fibre ottiche andrebbe preservata la qualità dei dati che le attraversano, e di conseguenza la crescita culturale di chi poi ne fruisce? Temo di no, purtroppo. Vi rendete conto che state letteralmente dilapidando le nostre "ricchezze" per inondarci di porcate online? Temo di sì, purtroppo.


DOC



Nota - Le testate interessate dai contributi diretti sono oltre 50, gli articoli sono stati scelti tra gli esempi più eclatanti di scempio dell'informazione senza particolari preferenze o antipatie. Le cifre relative ai contributi percepiti dai quotidiani sono divulgate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri [link]; sono stati riportati solo gli anni 2014/15/16 per brevità, ma sul sito si possono consultare andando indietro fino al 2003; i dati relativi al 2017 dovrebbero essere comunicati dopo il 31 marzo di quest'anno.

#ChiamaleBazzecole: rubrica di attualità volta a sensibilizzare l'eventuale pubblico su questioni troppo spesso nascoste sotto i tappeti da chi poi pretende che camminiamo con le pattine, al fine di evitare il "tutti giù per terra".

Nessun commento: