domenica 5 novembre 2017

Judith Linhares e la sua arte "cattiva"

"Amazon", Judith Linhares 1974

Gennaio 1978: Marcia Tucker, fondatrice del New Museum of Contemporary Art di New York, organizza una mostra ironicamente intitolata "Bad Painting" (Pittura Cattiva).

Marcia Tucker (1940-2006) all'inaugurazione della mostra "Bad Painting", 1978

Sarà questa prima esposizione ad ispirare una corrente pittorica d'avanguardia, chiamata appunto Bad Painting e caratterizzata da un'impronta anarchica in contrapposizione alle convenzioni delle belle arti e del buon gusto dell'epoca.
Colori chiassosi, tecniche provocatoriamente infantili e "orgoglio" dilettantesco irrompono dalle tele di 14 giovani artisti americani, per lo più sconosciuti. Tra questi Judith Linhares di Pasadena, California, che da allora non ha smesso di coltivare brillantemente il suo talento, emozionandoci con un'esplosione di forme e colori unica nel suo genere.

Judith Linhares nel suo studio, 2001

Le immagini che seguono sono tratte dal ricco portfolio dell'artista, sfogliabile sul sito ufficiale all'indirizzo http://www.judithlinhares.com

"Woman with Beautiful Hair", Judith Linhares 1985

"Chick", Judith Linhares 1990

"Tricks for You", Judith Linhares 1996

"Skippers Ride", Judith Linhares 2005

"Drink", Judith Linhares 2008

"Cave", Judith Linhares 2010

"Dance II", Judith Linhares 2017


DOC

5 commenti:

Santa S ha detto...

Che bella scoperta, qualche quadro credo di averlo già visto, ma non mi ero documentata. Di pittura (e non solo) cattiva ce n'è parecchia in giro, spacciandosi per "buona".
Qui lo studio c'è, il piacere poi è molto soggettivo. Anche se certi cromatismi e alcune "rotture" le prediligo.
Grazie per l'esposizione, soprattutto perchè mi sono riconosciuta in "Woman with Beautiful Hair", quasi quasi cambio pettinatura :D
Un abbraccio e soprattutto un buon inizio di settimana.

Maria D'Asaro ha detto...

Mi associo al precedente commento di Santa, ringraziandoti per la condivisione. Non conoscevo l'arte, per niente cattiva, della Linhares, della quale, come Santa, apprezzo parecchio gli accostamenti cromatici e l'apparente infantilismo delle immagini. Buona giornata.

DOC [Riccardo Mangoni] ha detto...

@Santa e @Maruzza - Confesso uno strano "colpo di fulmine": quando ho terminato il post, riguardando i suoi dipinti, non mi restituivano più la stessa intensità emozionale di quando - poco prima - li avevo scoperti... Arte effimera o flash lunatico-DOC? Ad ogni modo mi associo alle vostre critiche, una buona dose di obiettività era proprio ciò di cui avevo bisogno. Grazie, un abbraccio a entrambe.

Pippicalzelunghe ha detto...

Ciaooo caro Doc !!!
Ti devo raccontare un sacco di cose !!! Molto interessante questa artista non la conosco per niente ma mi piace.
Io sono andata alla biennale di Venezia per due giorni perché in uno riesci a vedere ben poco...anche il tempo per guardare non basta mai, la città è piena di installazioni durante il percorso per andare a visitare i giardini e l'arsenale, biennale o no quando vado a Venezia sono sempre frastornata da mille cose e l'emozione è tanta. Di cose interessanti ne ho viste tante e non saprei dirti quella che mi ha colpito più di tutte, una delle più strong è stata L'italia una stanza ammuffita con cose in decomposizione e cadaveri, veramente darckissima !!! Ma c'è anche un tunnel trasparente che si sale sopra e si riflette l'acqua. E poi di tutto e di più quando sono arrivata alla stazione ero ubriaca !!!

Seconda parte !!! Finalmente dopo quasi un anno che avevo i biglietti ho visto Nick Cave !!! Il concerto è stato superlativo emozionane lui con la sua bend, in particolare Waren Ellis strepitosissimi !!! Si è donato al pubblico spaziando da una parte all'altra del palazzetto, quando si è fermato nella zona dove ero seduta non ci potevo credere di vedere da vicino il mio mito !!! La voce è perfetta e anche una scarpona come me che mastica poco l'inglese capisce il suo dolore o la sua energia nei suoi brani !!!
Ho fatto anche un sacco di foto...alla fine del concerto ha gremito il palco di persone cantando con loro e poi un'abbraccio a un ragazzo che era per tutti, il ragazzo non ha retto e si è messo a piangere !!! Anche la coreografia era minimal perché Nick non ha bisogno di effetti speciali, lui un'effetto speciale, un cosmonauta venuto sulla terra !!!
Come al solito scusa la mia lungaggine ma non ho imparato la sintassi...
Pippiripì cosmoabbracci caro Doc !!!

DOC [Riccardo Mangoni] ha detto...

Ciao carissima Pippi, scusa tu la mia "lungaggine" nella risposta tardiva. Riguardo a Venezia mi manca: mai vista, e dire che vengono da ogni parte del mondo a visitarla... Prima o poi la vorrò vedere, e magari gli riserverò un ricordo in questo blog. Sono contento per la tua presenza al cospetto del grande Nick: chissà che figata!!! Grazie per gli aggiornamenti, abbi un sereno fine settimana e altrettanti abbracci cosmici.