domenica 27 luglio 2014

Girotondo: io, tu e Gaza




In Viaggio | C.S.I.

Girano i sufi in tondo nello spazio 
nel tempo 
Salgono in verticale
i monaci in clausura immobili 
Viaggiano l'alto il basso
senza abbellimenti
Cadono di vertigine... 
Cadono di vertigine...

Strisciano verso il ritmo i tarantolati
schiacciati dallo spazio senza tempo
Viaggiano i viandanti
viaggiano i perdenti
Viaggiano i perdenti
più adatti ai mutamenti
viaggia Sua Santità

Consumano la terra
in percorsi obbligati
i cani alla catena 
Disposti a decollarsi
per un passo inerte più in là 
Coprono spazi ottusi gli idoli 
Clonano miliziani dai ritmi cadenzati 
In sincrono 

Viaggiano i viandanti
viaggiano i perdenti 
Viaggiano i perdenti
più adatti ai mutamenti
viaggia Sua Santità
Cadono di vertigine... 
Cadono di vertigine... 
Cadono di vertigine... 

Viaggiano i viandanti
viaggiano i perdenti
più adatti ai mutamenti
Viaggia la polvere
Viaggia il vento
Viaggia l'acqua sorgente

Viaggiano i viandanti
viaggiano i perdenti 
più adatti ai mutamenti
viaggia Sua Santità
Viaggiano ansie nuove
e sempre nuove (crudeltà)
Cadono di vertigine...



Il Re del Mondo | F. Battiato

Strano come
il rombo degli aerei 
da caccia un tempo, 
stonasse
con il ritmo
delle piante al sole
sui balconi...

e poi silenzio...

e poi, lontano 
il tuono dei cannoni
a freddo... 
e dalle radio
dei segnali in codice.

Un giorno in cielo,
fuochi di bengala...

La Pace ritornò 
ma il Re del Mondo 
ci tiene
prigioniero
il cuore.

Nei vestiti bianchi
a ruota 
echi delle danze sufi.

Nelle metro
giapponesi
oggi macchine
di ossigeno.

Più diventa
tutto inutile 
più credi
che sia vero 
e il giorno della fine 
non ti servirà
l'inglese.

E sulle biciclette
verso casa, 
la vita ci sfiorò 
ma il Re del Mondo 
ci tiene
prigioniero
il cuore.

Nessun commento: