mercoledì 13 luglio 2011

Libertà dedicate...



"Che bella Libertà"
Renato Zero, 1982
(...a una grande Amicizia)

Dove sei
Libertà
Ubriaca di parate e di bandiere...
Chi dirà…
Che il silenzio in fondo è libertà...
Chi dirà...
Che di troppa libertà si muore...
Qui in città
Tutto va...
Tutto va, se non si arrestano i motori.
Mentre poi,
Libertà, non si respira mai!
Chi lo sa
Quanto costa fare andare il cuore...
E pagherò i miei debiti,
Voglio acquistare solo cieli limpidi,
Tentare ancora di confondermi,
Con le montagne, con il mare, con chi sia...
Con questa vita ritornare in sintonia...
Fare l’amore con chi voglio io...
Avere un sogno che sia solo mio...
Ridere o piangere soltanto se mi andrà!
Usciamo fuori, non restiamo chiusi qua...
Nelle prigioni di cristallo
In questo mondo, sempre quello... che bella Libertà!
Pioverà...
Non pioverà...
Anche qui, qualcuno ha già previsto tutto.
Ma chi è
Questo dio che poi quel Dio non è!
Come può...
Un uomo solo fare tanto male.
Mentre poi, Libertà
Non ci somiglia mai.
Chi lo sa,
Quanto costa fare andare il cuore.
Il mondo sfoggia i suoi tentacoli,
Vite vendute senza troppi miracoli...
Un ululare di sirene e poi...
Solo domani scopriranno tu chi sei.
Sui muri la tua rabbia scrivi tu...
Quello che ami, è ciò che odi di più.
Cerchiamo un posto a questa Libertà,
Vestirla, amarla, andarci a letto, e chissà...
Chissà non torni un’altra volta Libertà,
questa tua voglia di abbracciarmi,
Questa mia voglia di seguirti.
Che bella Libertà!

"Liberi Liberi"
Vasco Rossi, 1989
(...a un grande Amore)
Ci fosse stato
Un motivo per stare qui
Ti giuro sai
Sarei rimasto sì
Son convinto che se
Fosse stato per me
Adesso forse sarei laureato
E magari se "lei"...
Fosse stata con me
Adesso...
Sarei sposato!
Se fossi stato,
Ma non sono mai stato così;
Insomma dai
Adesso sono qui!
Vuoi che dica anche se
Soddisfatto di me
In fondo in fondo non sono mai stato
"Soddisfatto" di che
Ma va bene anche se
Qualche volta mi sono sbagliato
Liberi liberi siamo noi
Però liberi da che cosa
Chissà cos'è? Chissà cos'è!
Finché eravamo giovani
Era tutta un'altra cosa
Chissà perché? Chissà perché!
Forse eravamo "stupidi"
Però adesso siamo "cosa"...
Che cosa ...che? ...che cosa ...se!?
"Quella voglia", la voglia di vivere
Quella voglia che c'era allora...
Chissà dov'è! Chissà dov'è!?
Che cos'è stato
Cos'è stato a cambiare così?
Mi son svegliato, ed era tutto qui.
Vuoi sapere anche se
Soddisfatto di me
In fondo in fondo non sono mai stato
"Soddisfatto" di che
Ma va bene anche se...
Se alla fine il passato è passato!
Liberi Liberi siamo noi
Però liberi da che cosa
Chissà cos'è? Chissà cos'è!
E la voglia, la voglia di ridere
Quella voglia che c'era allora
Chissà dov'è? Chissà dov'è!
Cosa diventò, cosa diventò
Quella "voglia" che non c'è più
Cosa diventò, cosa diventò
Che cos'è che ora non c'è più
Cosa diventò, cosa diventò
Quella "voglia" che avevi in più
Cosa diventò, cosa diventò
E come mai non ricordi più...

"La Libertà di volare"
Nomadi, 2000
(...a chi non crede nella Libertà)
Dimmi cosa vuoi fare,
È come stare alla catena.
Senza saper dove andare,
E respirare a malapena.
Aspetti ancora un sorriso, che ti permette di sperare.
Che ti fa sentire vivo, fedele alla tua linea e continuare
Ma ti piacerebbe fuggire lontano
E fermare chi si è permesso...
Di legare ad un muro le tue speranze
Per provare qualcosa a se stesso.
E allora tiri di più... e ti arrabbi di più
Vivi, corri per qualcosa, corri per un motivo...
Che sia la libertà di volare o solo per sentirsi vivo...
Corri per qualcosa, corri per un motivo...
Che sia la libertà di volare o solo per sentirsi vivo...
Vedrai che prima o poi
Qualcuno verrà di sicuro a liberarti.
Vedrai che ce la farai...
Non è detto che per forza devi fermarti.
E allora scoprirai che questo tempo che passa
Ricopre tutto ciò che ti resta
E che per avere la libertà
Dovrai per forza chinare la testa
Ma non è questo che vuoi... tu dimmi è questo che vuoi...
Vivi, corri per qualcosa, corri per un motivo...
Che sia la libertà di volare o solo per sentirsi vivo...
Corri per qualcosa, corri per un motivo...
Che sia la libertà, di volare o solo per sentirsi vivo...

DOC

4 commenti:

Anonymous ha detto...

Buongiorno uomo che vola pazzo!!! Molto bello questo trittico che solo le persone sensibili come noi possono comprendere nella sua completezza!!!!!! e ricorda sempre che tu sei libero perchè la libertà è prima di tutto una condizione mentale..... Apprezzo soprattutto la prima canzone, che in qualche modo mi somiglia!!!! Vasco è un grande, quella dei Nomadi non la conoscevo.... ammetto la mia ignoranza!!!!!!!!
Comunque, forza e coraggio ragazzino, che la felicità è a un braccio di mare e devi solo varcare un piccolo stretto per ritrovare una bellissima libertà!!!!!
Un abbracccio sincero,
Luca

Mari da solcare ha detto...

Ciao, dr.Peter!
Posso fare diventare questo trittico un... poker?
Aggiungerei un'altra libertà...musicale:

La Libertà secondo Gaber

Fortunati i/le destinatari/e delle tue dediche...

Vele Ivy ha detto...

Bello ricordare il valore della libertà attraverso la musica! Come sempre grazie al nostro Doc :-)

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

@Luca - Grazie davvero per le belle parole. Questo ragazzino ricambia l'abbraccio... A presto, zerofolle.

@Maruzza - Ma ben gentile, bello il pezzo che proponi, tanto da ispirarmi un seguito a questo post, con Gaber in apertura. Grazie, pioniera della Libertà.

@Vele - Grazie a te e ai tuoi commenti. La Libertà è Musica, e sono contento che ti sia piaciuto. Buona settimana.