sabato 23 ottobre 2010

Licantropo


Lupo mannaro
Notte nera s'avvicina
mentre salgo la salita
che mi porta in cima al monte
dove spesso incontro il Conte.
Il vampiro è mio amico,
mi consiglia e mi difende,
mostro lui amico caro
mostro io lupo mannaro.
Luna piena mi trasforma
il corpo, la mente,
peli ovunque sulla pelle
di uno spirito ribelle;
l'ululato è ormai scontato,
non ci posso fare niente,
è l'istinto primordiale
della bestia che prevale.
Stai attento che ti mangio,
prima te e poi quegli altri:
finché Luna splende piena
mangio uomini per cena.
La pallottola d'argento
mi fa male, questo è certo,
ma sparirà la razza mia
solo se uccidi la tua fantasia.

DOC

4 commenti:

gattonero ha detto...

Solo la fantasia può salvare il mondo; che vivano licantropi e vampiri, e che viva la fantasia.

Sembra che ce l'abbia fatta: mi sento un gattovampiro!

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

Dicono che la religione sia "l'oppio dei popoli", ma a mio avviso anche la fantasia non è da meno. Grazie del commento. Miao miao, succhiasangue.

Mari da solcare ha detto...

"Finchè luna splende piena
mangio uomini per cena"

Non facciamo che mangi anche le donne, per cena....?!!!
Che
"Se avverti un pò di languore
mangi le donne e il loro cuore"?!?

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

@Maria - La fame è fame... le donne, POI, sono la portata preferita di questo lupo. GNAMMM! Auuuùùùù