lunedì 19 luglio 2010

Essere umano


Ankh
Vedere io posso quel che mi circonda
senza sapere se esiste davvero,
sentire il fragore di un'onda
o il battito lieve di un cuore sincero,
toccare la roccia di una grotta profonda
in cima al Vesuvio o in fondo al Mar Nero,
annusare l'effluvio di una Dalia bionda
sia fiore o donna io l'amo davvero,
gustare la vita gioiosa o iraconda,
ma quello che conta alla fine è il pensiero.

DOC


Immagine: ANKH (Vedi voce su http://it.wikipedia.org/wiki/Ankh)

4 commenti:

gattonero ha detto...

La rima del 'pensiero' la preferisco a quella del 'cimitero' nella poesia che segue.
Entrambe belle, entrambe comunque profonde.

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

Essere o non essere? Essere direi, e pensare... Grazie per i complimenti e per il fiume di commenti di oggi.

Mari da solcare ha detto...

Guarda che fa Maruzza per (tentare di) capire che segno sei... si sta rileggendo il tuo blog.

Doctor Peter and Mister Hook ha detto...

Ah! Ah! Sei buffa. =) Il perfido Hook se la ride sotto i baffi. Anch'io m'ero ripromesso di leggere i tuoi post più datati, trovandone il tempo. A questo punto consideralo un mio debito. Ciao.